domenica 19 maggio 2013

Recensione: NORTH ATLANTIC DRIFT "Monuments"
CD 2013 - sound in silence




Il primo ascolto di questo disco è passato velocemente, al successivo l'unica frase che riecheggiava nella mia testa era: 'meraviglioso', al terzo giro "Monuments" mi ha veramente folgorato con la sua splendida complessità. Un lavoro da avere, da conservare e ascoltare nei momenti più intimi, riservati. I canadesi NORTH ATLANTIC DRIFT arrivano al cuore molto velocemente e lo fanno toccandolo con una delicatezza raffinata, pachidermica. Siamo di fronte a ottimi musicisti, completi, che sanno come emozionare intensamente. Il secondo full-length dopo "Canvas" del 2012 e due EPs dello stesso anno, arricchisce la proposta con grande originalità e regge benissimo il confronto con dischi/gruppi di un certo calibro, questo a dimostrazione che l'underground partorisce in maniera frequente nomi validi e di enorme spessore. I suoni di "Monuments" si abbandonano all'infinito, ma la vera colonna portante su ogni brano sono le atmosfere emozionali che la macchina North Atlantic Drift produce ininterrottamente. Questa band proveniente da Toronto zittisce grazie ad un album che va sicuramente oltre tutte le aspettative e che diventerà ben presto la colonna sonora preferita per molti di voi. Davvero ottimi.

Contatti: northatlanticdrift.bandcamp.com

"MONUMENTS" TRACKLIST: Passing Time, Monuments, Concrete Oceans, Sandlab, I Have Never Seen the Light, Scholars of Time Travel (Pt. 2), Sun Dial.


Nessun commento:

Posta un commento